ORTODONZIA

L’ortodonzia è la branca dell'odontoiatria che si occupa della cura delle malocclusioni, dei disturbi di crescita dei mascellari, dei difetti di sviluppo della dentizione.
La terapia ortodontica riguarda adulti e bambini e prevede l'uso di apparecchi ortodontici fissi e mobili.
I principali problemi che si riscontrano nei bambini sono

  • denti accavallati
  • diastemati
  • sporgenti
  • retrusi
  • in morso incrociato, profondo o aperto

I benefici principali di un trattamento ortodontico non sono solo il miglioramento dell'estetica facciale, del sorriso e della masticazione. Denti posizionati in maniera scorretta (affollati, ruotati, inclinati, storti, sporgenti) possono trattenere particelle di cibo provocando decalcificazione dei denti e problemi alle gengive.

Si possono avere come conseguenze anche problemi alla masticazione e di digestione, negativi per tutta la salute.
E' molto importante esaminare i denti del bambino mentre i denti definitivi crescono. Le associazioni Americana e Italiana di Ortodonzia raccomandano che un bambino venga visitato da un ortodontista tra i 5 e 6 anni, perchè in questo periodo si inizia  a perdere  i denti  da latte  che vengono sostituiti dai denti permanenti definitivi :

  • 6 anni: vengono sostituiti gli incisivi centrali inferiori e erompono i primi molari permanenti (il primo molare è detto “dente dei 6 anni”). E’ fondamentale in questa fase saper riconoscere la comparsa dei primi molari, i quali non hanno un corrispondente dente da latte e erompono subito dietro i secondi molaretti. Per questa particolarità e per la posizione molto posteriore nel cavo orale, molto spesso, la loro eruzione passa inosservata e in molti casi questo dente viene trascurato dal punto di vista igienico andando incontro a processi cariosi. E’ quindi molto importante da parte dei genitori e dell’odontoiatra, tenere sempre sotto controllo l’eruzione dei primi molari durante il periodo dei sei anni del bambino e prevenire la formazione della carie istruendolo alle corrette manovre di igiene orale e proteggendoli, se necessario, con delle sigillature.
  • 6-8 anni: vengono sostituiti gli incisivi laterali inferiori e successivamente gli incisivi centrali e laterali superiori
  • 10 anni: erompono il 1° e il 2° premolare andando a sostituire i molaretti da latte
  • 12 anni: erompono i secondi molari (il 2° molare è detto “dente dei 12 anni”)
  • 13 anni: vengono sostituiti i canini
  • 18-22 anni: erompono i terzi molari o denti del giudizio

Esistono due tipologie di apparecchi ortodontici: fissi e mobili. I primi s'incollano o si cementano ai denti, i secondi li applica e rimuove il bambino stesso.

Le apparecchiature ortodontiche mobili si utilizzano prevalentemente nei bambini per guidare l'eruzione dei denti e per correggere le malposizioni delle ossa mascellari. Gli apparecchi fissi, invece, si applicano sui denti permanenti e sono costituiti da brackets (le famose "piastrine" metalliche) "incollati" ai denti e collegati da fili metallici.

Soluzioni estetiche ed invisibili

  • attacchi in ceramica policristallina trasparente
  • l’ortodonzia linguale (le piastrine vengono attaccate alla parte interna dei denti)
  • il più recente trattamento con mascherine trasparenti (invisalign).

Il trattamento ortodontico con Invisalign viene effettuato con un una serie di allineatori trasparenti, praticamente invisibili, che vengono costruiti grazie ad una simulazione virtuale tridimensionale. Ogni mascherina, una volta indossata, rilascia una leggera forza elastica, che permette lo spostamento del dente.

Un’altra soluzione ortodontica invisibile consegne nel trattamento con ortodonzia linguale, il quale prevede l'inserimento di un apparecchio sul versante linguale (interno) dei denti, posizionando degli attacchi totalmente invisibili.

dentista genova ortodonzia